Crea sito
Gen
12
2009
-
Set
04
2007
-

Ora avrei bisogno di silenzio

 
Ora avrei bisogno di silenzio
di quel silenzio
vero
meritato
avrei bisogno
di morire
riposare
andare
là dove regna
la pace
io
dimenticata
non più che in vita.
 
Mamma
tu
arranchi
e dormi
già sulla mia spalla
respiri sul mio collo
l’aria della vita tua
buona
e densa.
 
Ora avrei bisogno di silenzio
di quel silenzio
amato
che qui non dura
mamma
io
là nel tuo ventre
antico vedevo già
l’eterno.
 
Dimmi mamma
col tuo profilo
stanco
col tuo sorriso buono
dimmi
chi sono
io
che muoio
della tua morte.
 
Ricordi?
Tu dicevi
Via dai
sei forte
Ricordi?
Rispondo
ora avrei bisogno di silenzio.
 
Mamma
il primo bacio
lo raccontai a te
e tu ridevi
buona
ero triste
io
come ora
ma tu ridevi
e io credevo
nella tua gioia.
 
Ricordi
mamma?
ero triste
io
sapevo già
che presto
avrei chiesto
la voce del silenzio.
 
Eri il sole mamma
col tuo profilo
da medaglia
e io guardavo
il tuo sorriso
rideva
trillava
un grande
amore per la vita.
Perché non m’hai insegnato?
 
Mamma
a te raccontai
la mia tristezza
la mia paura
Ricordi?
E tu paziente
le ascoltasti
ma poi l’amore
in te era più forte
della malattia.
 
Ricordi?
e già era
il mio piccolo
nel ventre
e tu eri lontana
sul punto di morire
ma tu ridevi
e col tuo amore
trillasti fuor la morte
e io ero triste.
 
Ricordi?
mamma
già temevo l’oggi
e così andò
per anni
con te lontana
e il mio piccolo
da crescere
alla gioia
che non m’apparteneva
e te lo dedicai
io
avrei voluto
il tuo sorriso
l’amor fresco
che ride
trilla
alla morte
invece
mamma
chiedo l’eterno.
 
30 aprile 2007
Claudia f.
 
 
Written by libellulediluce in: Senza categoria | Tag:, , , , ,
Giu
16
2006
-

Lettera
alla
Ministra Livia Turco


GENTILISSIMA MINISTRA
LIVIA TURCO

Le chiediamo
di sollecitare l’istituzione delle BANCHE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE per la raccolta delle cellule staminali , nelle città ove siano presenti istituti ospedalieri , centri per la maternità e il parto.

per firmare  [email protected]   [email protected]


Ringrazio l’amica Rosa Anna Pes, da anni attiva su questo fronte, per avermi aperto l’orizzonte della ricerca
scientifica sulle cellule staminali del cordone ombelicale che oggi si delinea come la scelta più saggia , la più serena perchè è quella sicuramente più condivisa e ….a misura del cuore di ogni donna.
Nadia Scardeoni


Prime firme
Margherita Hack
Lilia Infelise
Wanda Montanelli
Rosa Anna Pes
Carla Mazzuca Poggiolini
Vincenzo Scotti
Mariavittoria Fattori
Donata Gottardi
Myriam Zarantonello
Anna Pacifico
Vittoria Doretti
Mara Mori
Caterina Di Francesco
Irene Campari
Marina Garizio
Claudia Burini
Ornella Speciale
Enrica Noseda
Giorgio Sgarbi
Dina Masoch
Tore Carboni
Valeria Andò
Francesca Vassallo
Paolo Fornelli
Carmela La Salandra
Antonella Cocchiara
Manuela Cappello
Luca Mori
Massimiliano Russo
Marina Cometto
Rosanna Alessandra Morlotti
Gaetano Ferrieri
Amelia Sciascia
Agata Orlando
Romano Boni
Angela Trupia
Rosanna Credendino
Ulderico Catania
Alessandro Rosario Chianese
Maria Grazia Serrentino
Maurizio Santoni
Luisa Uccello
Marisa Pareto
Pierluigi Del Mercato
Rosella Vivio
Elisabetta Capurso
Paola Farenga
Francesca Nasti
Cinzia Filoni
Piero Leone
Marta D’Auria
Loredana Marciano
Mariella de Nardis
Daniela Lucatti
Luigi Calcerano
Vittoria Pagliuca
Franco Marra
Beniamino Rocca
Marco Marchetti
Linda Pensavalli
Carmela Lo Presti
Monica Boriani
aldo lo curto
Franca Ricci Stephenson
Pia Medici
Virginia Mariani

Written by libellulediluce in: Senza categoria | Tag:
Giu
05
2006
-

Bambini in Iraq

Che colpa hanno loro, le prime vittime della follia della guerra. Quanti di loro non avranno più una giovinezza. Quanti di loro saranno menomati per tutta la vita. Quanti di loro non vedranno più genitori, fratellini, nonni. Quanti di loro avranno paura di addormentarsi per non sognare-ricordare gli incubi della guerrra. Le atrocità che non hanno spiegazione, giustificazione alcuna. Cosa mai può sapere un bambino del perché di tanta terribile violenza. Avrà solo paura di morire, di vivere.

Written by libellulediluce in: Senza categoria | Tag:, ,
Mag
25
2006
-

Ciao Anna

Non vedo l’ora di ammirare il tuo viso illuminato dalla gioia di vedermi.
Ciao nonno.
Riprendere il contatto con te, farmi raccontare le tue piccole cose di piccola bambina che guarda il mondo dal suo letto.
E non può fare una carezza alla sua bambola. Non può toglierle il vestino, le scarpine, pettinarle i capelli, fingendo di essere la mamma.
Devi immaginare, solo immaginare.
E trovare sempre qualcuno che faccia le cose per te. E sentire come lo facessi tu.
La vita per te è immaginazione, simulazione. Ti è stato tolto il fare.
Piccola mia.
Che Dio metta sempre intorno a te persone che ti amano, come la tua mamma ed il tuo papà. Persone che vivano anche per te, al posto tuo, in una straordinaria e bellissima corrispondenza e simbiosi di sensi e sentimenti.

Written by libellulediluce in: Senza categoria | Tag:, , ,

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes